Father & Sons 266 – Underworld

FATHER AND SONS
Father & Sons 266 - Underworld
Loading
/

Gli Underworld , il duo britannico formato da Karl Hyde e Rick Smith, sono da più di trent’anni uno dei gruppi elettronici più pionieristici ed influenti; da allora, la loro musica ha trasceso le piste da ballo dei club e ha fornito colonne sonore sia per film iconici (Trainspotting) che per la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Londra 2012. La loro è stata una progressiva sintesi di vecchio e nuovo, un approccio iniziato durante l’esplosione della new wave dei primi anni ’80. Dopo un paio di album di matrice pop privi di focus, raggiunsero il successo nel decennio successivo con l’aggiunta di Darren Emerson; le forme tradizionali delle canzoni furono abbandonate in favore della voce pesantemente trattata di Hyde, dei sussurri appena accennati e dei giochi di parole surreali, distesi sulla trance breakbeat urbana diluita da Emerson e sulla cascata di effetti di chitarra di Hyde che forniva un contrasto blues alla loro musica “technologica”. Il primo album del trio del 1993 ottenne un’ondata di consensi dalla critica ed in seguito scalarono la Top Ten grazie alla spinta ricevuta dall’apparizione nella colonna sonora del seminale Trainspotting; sebbene questo sia rimasto il picco commerciale del gruppo, gli Underworld hanno continuato a registrare album stimolanti e ben accolti, così come materiale per colonne sonore, in mezzo a numerose attività da solisti e collaborazioni di altissimo livello. TRACKLISTING: S T a R, Mile bush pride, Dark & long, Stagger, Something like a mama, Sola Sistim, Crocodile, Scribble, Ova Nova, Poet cat, Born slippy (Nuxx), Santiago Cuatro

Altre Informazioni