Father & Sons 254 – MUDHONEY

FATHER AND SONS
Father & Sons 254 - MUDHONEY
Loading
/

Nonostante siano stati tra le prime band di Seattle, il nocciolo duro del Grunge, l’importanza storica dei Mudhoney trae valenza dalla loro purezza; spinti dalla genuinit√† del punk ( a differenza dei loro colleghi cittadini, ndr) hanno sempre rifiutato il mainstream, i contratti milionari e le folle oceaniche pur di rimanere fedeli alla loro idea “do it yourself”. Mark Arm ha preferito diventare il magazziniere della Sub Pop per sbarcare il lunario piuttosto che vivere di rendita con le royalties. Questo probabilmente √® il motivo per il quale sono ancora attivi, vivi e vegeti, unici sopravvissuti di quella scena insieme ai Melvins . TRACKLISTING: Touch me i’m sick / Hate the police / Revolution (Spacemen 3 cover)/ This town / (Green River) P.C.C. / (Green River) Searchin’ / (Green River) Rehab doll / Sweet young thing ain’t sweet no more / Here come scikness / (The Monkeywrench) Bottle up and go / This gift / Blinding sun / Overblown / Little dogs

Altre Informazioni